Non hai articoli nel carrello.

Gustos Magazine - Come fare krapfen e strauben, i dolci di Carnevale più buoni dell’Alto Adige [con VIDEO RICETTE ]

Come fare krapfen e strauben, i dolci di Carnevale più buoni dell’Alto Adige [con VIDEO RICETTE ]
da Sabine Ebner 27/02/2017 15:35

Se ami l’Alto Adige di sicuro saprai che qui a Carnevale è tradizione preparare (e abbuffarsi di) krapfen e strauben con marmellata di albicocche o mirtilli.  

Domani è martedì grasso: dedicati qualche ora alla cucina e invita i tuoi amici a festeggiare!

Se non hai tanto tempo passa direttamente alla ricetta degli strauben. È velocissima e da grande soddisfazione.

Krapfen, la ricetta facile per un dolce che piace a tutti

In rete trovi tante ricette, noi abbiamo deciso di proporti questa di Speziata perché prevede anche la cottura al forno, che li rende più leggeri e digeribili.

Un paio di consigli prima di iniziare:

  • una volta cotti lasciali intiepidire o rischierai di scottarti con il ripieno bollente!
  • congelali e regalati una colazione speciale nel fine settimana. Basterà rigenerarli in microonde per meno di un minuto con la funzione scongelamento.

Ecco come preparare i Krapfen

Difficoltà: media

Preparazione: 2 ore

Riposo: 40 minuti ore

Cottura: 10 minuti

Ingredienti per circa 10 Krapfen: 400 gr di farina 00, 100 gr di farina manitoba, 35 gr di zucchero (semolato), 75 gr di burro ammorbidito, 200 ml di latte, 120 gr di uova biologiche (circa 2/3), 1 bacello di vaniglia, 25 gr di lievito di birra fresco, 1 cucchiaino di sale, 150-200 gr di marmellata di albicocche; olio di semi per friggere e zucchero a velo per decorare.

Versiamo le farine nella vasca della planetaria, aggiungiamo lo zucchero, le uova e cominciamo a lavorare con la frusta a foglia azionando l'impastatrice a velocità media.

Uniamo subito il latte ed il lievito sbriciolato, aumentiamo la velocità e facciamo lavorare fino a quando otterremo un impasto liscio e compatto.

Nel frattempo estraiamo i semini dalla bacca di vaniglia e li uniamo al burro che aggiungeremo poco per volta all’impasto. Una volta che il burro si sarà ben incorporato aggiungiamo il sale e lasciamo lavorare fino a quando l’impasto si incorda, ovvero si attorciglia intorno al gancio.

Togliamo l’impasto dei krapfen dalla vasca della planetaria, gli diamo la forma di un panetto, lo copriamo e lo lasciamo riposare per circa 30 minuti.

Trascorso il tempo di riposo dividiamo in due parti l’impasto e lo stendiamo con il mattarello ad uno spessore di 8 mm.

Con un coppapasta del diametro di 8 cm incidiamo leggermente sulla pasta la forma dei krapfen, e posizioniamo al centro di ogni cerchio un cucchiaio di confettura di albicocche.

Spennelliamo con pochissimo latte o acqua gli spazi vuoti della pasta e sovrapponiamo su quest’ultima la seconda sfoglia, sigillando bene intorno alla farcia. Con il coppapasta ritagliamo i nostri krapfen e li adagiamo su una placca coperta con un canovaccio leggermente infarinato.

Copriamo i krapfen con un canovaccio e li poniamo a lievitare per circa 40 minuti, o comunque fino a quando avranno raddoppiato il loro volume, ad una temperatura di circa 27°C.

Una volta che i krapfen avranno raggiunto il giusto grado di lievitazione possiamo cuocerli. Scaldiamo l’olio in una friggitrice o in una casseruola ad una temperatura compresa tra i 160-170°C, immergiamo pochi pezzi alla volta  nell’olio caldo e li lasciamo dorare da entrambi i lati girandoli più volte.

Quando saranno cotti li scoliamo e li depositiamo su carta per fritti in modo da asciugare l’eccesso di olio e subito dopo li depositiamo su un vassoio e li spolveriamo con lo zucchero a velo, o se preferiamo li inzuccheriamo con lo zucchero semolato.

Per la versione al forno sistemiamo i krapfen su una placca rivestita con carta forno e li cuociamo in forno a 180°C per circa 15 minuti. Una volta cotti li lasciamo intiepidire e li cospargiamo con zucchero a velo.

Strauben o Frittata dolce

Nelle feste di paese non mancano mai in qualsiasi periodo dell’anno ma in realtà sono un tipico dolce di Carnevale.

Assomigliano ad una frittella dalla forma allungata e contorta. Si trovano praticamente in tutti i rifugi alpini e sono la prelibata ricompensa che ci si concede dopo una lunga camminata. 

Gli Strauben si degustano con confettura di mirtilli, su Gustos trovi una buonissima frutta da spalmare con mirtilli rossi e mela. E’ molto più di una marmellata perché contiene oltre il 70% di frutta di montagna.

Per l’occasione ci affidiamo alla ricetta della bravissima Benedetta, che per l’occasione sfoggia una delle sue idee semplicemente geniali: l’uso dell’innaffiatoio Ikea!

 

Ingredienti: 2 uova, 250ml di latte, 30g di zucchero, 220g di farina, 1 cucchiaino di lievito per dolci, 1 pizzico di sale, guarnizioni a piacere (prova la frutta da spalmare ai frutti di bosco o mirtilli rossi e mela.

Come si prepara l’impasto? In una ciotola di medie dimensione versiamo tutti gli ingredienti e mescoliamo energicamente con una frusta.

Mettiamo l’olio di semi nella padella e poi versiamo con l’aiuto di un innaffiatoio (o una normale caraffa, ad esempio quella graduata) l’impasto creando una specie di chiocciola.

Giriamo la frittella con le pinze e quando è bella dorata da tutti i lati la passiamo sulla carta assorbente. Continuiamo così fino ad usare tutto l’impasto.

Impiattiamo, guarniamo e…buon martedì grasso a tutti!